Home » Archive by Category "Formazione"

Valutazione diagnostica del rapporto urea/creatinina in cani con sanguinamento gastrointestinale

Il rapporto urea/creatinina (UCR) non sembra essere utile per la diagnosi di sanguinamento gastrointestinale occulto, né per distinguere sanguinamenti del primo tratto gastroenterico da

Patologia Clinica Veterinaria: lo sapevate? SAPEVATELO!

La patologia clinica è la branca della medicina veterinaria che si occupa dello sviluppo, dell’applicazione e dell’interpretazione dei test di laboratorio con finalità diagnostiche,

L’importanza della corretta compilazione del modulo di richiesta dell’esame istopatologico

Una corretta compilazione della scheda relativa ai dati di segnalamento ed anamnestici da parte dei clinici risulta di importanza fondamentale per una corretta interpretazione dei dati morfologici

Neoplasie melanocitarie del gatto in sede extra-oculare

Parliamo oggi delle neoplasie melanocitarie del gatto in sede extra-oculare. Le neoplasie melanocitarie del gatto in sede extra-oculare non sono frequenti e presentano un ampio range di

Parametri biochimici del cucciolo e del gattino: differenze con gli adulti (SECONDA PARTE)

Eccoci con il proseguimento della “pillola” precedente relativa alle alterazioni fisiologiche biochimiche nei cuccioli e nei gattini: completiamo il quadro con l’apparato urinario, il

Parametri biochimici del cucciolo e del gattino: differenze con gli adulti (PRIMA PARTE)

Come abbiamo visto nella “pillola” precedente, è di grande importanza essere a conoscenza delle differenze degli intervalli di riferimento che esistono tra cuccioli - gattini e adulti.  Le

Artefatti in Istologia: Se li conosci li eviti!

Parliamo oggi di un aspetto della diagnostica istologica che riguarda sia il patologo che il clinico: ovvero l’origine degli artefatti. Iniziamo col dire che in istologia e citologia

L’Esame Emocromocitometrico nel Cucciolo e nel Gattino: principali differenze con gli adulti

L’interpretazione dei risultati emato – biochimici nei cuccioli e nei gattini prevede particolari attenzioni; bisogna essere a conoscenza delle alterazioni fisiologiche che avvengono alla nascita

I mastocitomi cutanei del gatto

I mastocitomi cutanei del gatto vengono classificati secondo il loro aspetto istologico in forme mastocitiche e meno frequentemente in forme atipiche. I mastocitomi mastocitici sono inoltre suddivisi

Segni di Tossicità Neutrofilica nel Cane e nel Gatto

Cosa sono i segni di tossicità che vengono riportati talvolta nei referti degli esami emocromocitometrici e quale significato hanno? Si tratta di alterazioni strutturali che si sviluppano a

1/512345