Urine

analisi del sedimento

Esame chimico-fisico con analisi del sedimento

Le urine possono essere raccolte per minzione spontanea, cateterismo o cistocentesi. La modalità di prelievo deve essere segnalata sul modulo di richiesta dell’esame, poiché i risultati dell’esame possono essere influenzati dalla tecnica di prelievo utilizzata.

Minzione spontanea: presenta come vantaggio che può essere eseguita direttamente dal proprietario senza creare particolare stress nell’animale. Utilizzare contenitori puliti che non contengano tracce di saponi detergenti o materiale contaminante.

Idonea per esecuzione di:

  • Esame chimico fisico e sedimento (sebbene la presenza di cellule e batteri della parte distale dell’uretra possono sovrastimare ematuria, batteriuria, piuria etc)
  • PU/CU (in caso di sedimento inattivo)
  • Rapporto cortisolo: creatinina urinari

Tale tecnica è decisamente sconsigliata per gli esami batteriologici.

Cateterismo:sconsigliato per esecuzione di esami batteriologici, può sovrastimare ematuria e proteinuria, oltre che causare una maggiore esfoliazione dell’epitelio uroteliale (falsi positivi per neoplasia!).

Cistocentesi: idonea per esecuzione di:

  • Esame chimico fisico e sedimento
  • PU/CU (in caso di sedimento inattivo)
  • Esami colturali

Il campione deve essere processato idealmente entro poche ore, sebbene nella maggior parte dei casi la processazione effettuata entro 24 ore dal prelievo non cambia la classificazione “clinica” del campione.  Conservare in frigorifero a 4°C.

CAUSE DI NON CONFORMITÀ

Si tratta di ragioni per le quali non è possibile processare un campione perché procedere comporterebbe errori nella refertazione (analitici o preanalitici).

  • Volume insufficiente (meno di 2mL in caso di esame chimico fisico e sedimento)
  • Urine congelate
  • Urine macroscopicamente molto contaminate con residui vegetali, peli, lettiera etc.. e/o raccolte in contenitori non idonei  (ad esempio molto sporchi)
(PU/CU)

Rapporto proteine:creatinina urinarie (PU/CU)

Conservare il campione a temperatura ambiente o refrigerato se recapitato al laboratorio in giornata. Il campione è stabile se refrigerato per 4-5 giorni.

CAUSE DI NON CONFORMITÀ

Si tratta di ragioni per le quali non è possibile processare un campione perché procedere comporterebbe errori nella refertazione (analitici o preanalitici).

  • Volume insufficiente (meno di 2.5mL se richiesti anche altri esami oltre all’esame chimico- fisico con valutazione del sedimento come il rapporto proteine: creatinina urinaria, il rapporto cortisolo: creatinina urinaria, l’SDS-AGE, l’esame batteriologico)
  • Urine congelate
  • Urine macroscopicamente molto contaminate con residui vegetali, peli, lettiera etc.. e/o raccolte in contenitori non idonei  (ad esempio molto sporchi)
Biessea- Urinocoltura

Urinocoltura

E’ consigliabile inviare campioni prelevati ESCLUSIVAMENTE per cistocentesi. Associare sempre esame chimico fisico e del sedimento. Per ulteriori approfondimenti consulta questo link.

Hydragel proteinurie

Elettroforesi delle proteine urinarie (SDS-AGE)

Nella richiesta specificare la metodica di prelievo (minzione spontanea, cateterismo, cistocentesi).

In caso di sedimento attivo o di urine emorragiche, si sconsiglia l’esecuzione di quest’analisi (la proteinuria potrebbe essere di origine post-renale).  Utilizzare contenitori adeguati (puliti, non contenenti residui di detergenti, chiusi in modo ermetico).

Il congelamento del campione può alterare la migrazione elettroforetica delle proteine, pertanto si raccomanda di spedire un campione fresco o refrigerato (massimo 7 giorni).