Citologia

Responsabile del reparto:

Dr. Gabriele Ghisleni

Patologi Clinici:

Dr. Gabriele Ghisleni, dr.ssa Marta Attini

Personale tecnico:

Dr.ssa Eliana Boll, Dr.Paolo Ciprandi

Strumenti:

  • Microscopio Olympus CX41
  • Microscopio Olympus CX43
  • Microscopio Olympus CX23
  • Contaglobuli automatica Sysmex XT-2000i V
  • Centrifuga per cellule “Cytospin” Scientific Bioptica
  • Centrifuga Eppendorf
  • Analizzatore automatico per chimica clinica Beckman AU480

Processazione dei campioni:

Tutto il personale deve attenersi alle procedure operative (Standard Operating Procedures). Una volta che i campioni giungono al laboratorio vengono accettati se conformi, etichettati con un codice interno, colorati con colorazione May Grunwald – Giemsa (MGG) ed esaminati da un patologo clinico. Nel caso di versamenti cavitari, viene inizialmente effettuata una conta delle cellule e degli eritrociti tramite contaglobuli Sysmex XT-20000i V. Successivamente, una seconda aliquota del liquido viene centrifugata con Cytospin e i campioni ottenuti posti in colorazione con MGG. Una terza parte viene centrifugata e il surnatante analizzato con Beckman AU480 per la determinazione di proteine totali, glucosio, lipasi, creatinina, bilirubina, colesterolo e trigliceridi. Il peso specifico viene determinato tramite refrattometro.  Nel caso del liquido cefalorachidiano, la conta cellulare viene effettuata manualmente tramite camera di Fuch – Rosenthal. Per il liquido sinoviale, si utilizza contaglobuli automatica dopo pre-trattamento con ialuronidasi. Nei casi più complessi i vetrini vengono letti “collegialmente” da più medici. Tutti i campioni accettati vengono refertati o in giornata o entro il giorno successivo (se accettati nel pomeriggio del giorno precedente).

Controlli di qualità (QA/QC):

Il reparto di citologia effettua audit interni, per cui almeno il 10% dei campioni viene riesaminato da un citologo senior. Inoltre, viene valutata l’accuratezza delle diagnosi citologiche correlando queste ultime con le diagnosi istologiche (gold standard). A questi controlli di qualità interni si aggiungono controlli di qualità esterni che prevedono l’invio di campioni citologici a laboratori esterni, universitari e non.

Servizio di consulenza in citologia:

Vi invitiamo a richiedere la consulenza dei nostri patologi clinici per commentare insieme e interpretare i referti citologici. Trovate utili informazioni sulle tecniche di prelievo, allestimento e conservazione del campione a questo link.