Biologia Molecolare PCR

PCR
Diagnostica molecolare
oncologica

 

Nel corso degli ultimi anni il nostro laboratorio ha investito fortemente nell’ambito della diagnostica molecolare lavorando intensamente alla stesura di analisi mediante utilizzo di PCR per la diagnosi di malattie infettive e anomalie genetiche in campo oncologico.
Ad oggi le tecniche di PCR utilizzate nel nostro laboratorio offrono un’elevata sensibilità e sono state messe a punto seguendo scrupolosamente le linee guida presenti in letteratura scientifica; la scelta della metodica di elezione è stata eseguita in base alla sequenza di DNA/RNA target di analisi e si riassumono nelle seguenti

  • PCR tradizionale (singola reazione di amplificazione)

  • Nested PCR (duplice reazione di amplificazione)

  • Real-Time PCR (reazione di amplificazione quantitativa o semiquantitativa)

  • RT-PCR (reazione di amplificazione dopo retrotrascrizione a partire da RNA)

Consigli pratici sui campionamenti da sottoporre a screening di PCR

La PCR permette il riscontro di patogeni a partire da numerose matrici che devono essere mantenute e spedite al laboratorio seguendo alcune regole fondamentali per evitare errori pre-analitici e permettere una successiva corretta esecuzione dell’esame.
 

Matrici

  • Sangue intero in K3edta (non utilizzare MAI provette con anticoagulanti differenti ad es. litio-eparina o gel separatore per siero)

  • Midollo osseo in K3edta

  • Agoaspirati linfonodali (spedire prelievo in siringa tal quale)

  • Versamenti / liquidi cavitari (campione in provetta)

  • Tamponi (vaginali, prepuziali, orofaringei, congiuntivali, nasali IMPORTANTE: non utilizzare MAI tamponi per microbiologia con terreno di trasporto ma SOLO tamponi secchi senza terreno)

  • Feci (in barattolo)

  • Urine (in barattolo)

  • Biopsie tissutali (in provetta con soluzione fisiologica)

  • Liquido cefalorachidiano (in provetta senza anticoagulante)

  • Vetrini citologici (non inviare vetrini con montante che potrebbe interferire con una corretta estrazione di DNA)

  • Tessuti in paraffina (da valutare la degradazione che la fissazione in formalina esercita sul DNA

Tutti le matrici sopra elencate possono essere mantenute fino a una settimana a temperatura di frigorifero (3-7°C – soprattutto nei periodi estivi) e in alcuni casi congelate (contattare il laboratorio)


Essendo la PCR una metodica di diagnostica diretta il migliore campionamento è eseguito in concomitanza di sintomi clinici evidenziabili e/o di fase acuta di infezione

Es: campionamento per diagnosi di Leptospira spp
 

sangue nella prima settimana dall’infezione (leptospiremia)

urine dopo il decimo giorno fino alla terza settimana (leptospiruria)

 

I tempi di refertazione delle PCR in BiEsseA sono estremamente rapidi in funzione dell’adeguatezza del campione e variano da 24 ore a 3 gg lavorativi eccezion fatta per le PCR relative all’oncologia (diagnosi di clonalità linfoide e mutazioni del gene C-KIT) che necessitano fino a una settimana lavorativa per l’esecuzione.
 

Per qualsiasi ulteriore informazione, dubbio sull’elezione dell’analisi da eseguire o interpretazione della stessa, il laboratorio è a completa disposizione per chiarimenti.

 


 

 

 

 

 

 

Area  Riservata
CLIENTI BiEsseA

Spazio  per i Veterinari
gia' clienti dove 
prenotare le analisi
on line, e consultare
referti e fatture

 

Listini Analisi
e Moduli

Per vedere i listini e
i moduli e' necessario registrarsi come veterinario

 

Servizio
Consulenza  E-Mail

Servizio dedicato esclusivamente per
i Medici Veterinari
nostri Clienti

 

 

 

 

 

Certificazione Qualità

IL PRIMO LABORATORIO DI ANALISI VETERINARIE
CERTIFICATO IN ITALIA UNI EN ISO 9001:2008

   

 

 

 
  BiEsseA s.r.l. società unipersonale
 

Via Amedeo d'Aosta  7
20129 MILANO -  MI -  ITALY
Telefono : +39 02 29404636
(r.a)
Fax : +39 02 29404644 

E-mail : info@biessea.com